Fede querela il carabiniere a capo della sua scorta

Fede querela il carabiniere a capo della sua scorta

[ad#Juice 250 x 250][ad#Juice PopUnder2][ad#Juice Overlay][ad#Cpx Popunder]

BOLOGNA, 28 GEN. – Emilio Fede annuncia l’intenzione di querelare il suo ex caposcorta. Il direttore del TG4 è furioso quando risponde alle domande sulle dichiarazioni rilasciate ai magistrati dal suo caposcorta. Luigi Sorrentino ha riferito agli inquirenti che le ragazze venivano accompagnate anche dalla sua scorta alle cene di Arcore.

“Quell’uomo – ha dichiarato Emilio Fede – dice cose gravissime, io non sono mai tornato a casa alle 4 del mattino, ho la scorta perché sono stato minacciato di morte e mai, dico mai, l’ho usata per altri motivi”. Fede precisa inoltre che Luigi Sorrentino era il capo della sua scorta e non gli faceva da autista. “Ora mi sono rotto le scatole – ha concluso il direttore del Tg4 – non si possono denigrare le persone in questo modo”. Le affermazioni di Sorrentino sono state ritenute “non corrispondenti al vero e lesive della propria dignità umana e professionale”. Fede, infine, ha invitato i vertici dell’Arma dei Carabinieri ad accertare se il racconto del carabiniere corrisponda, oppure no, alla verità.

Davide Genovesi

APPRFONDIMENTI  Giochi: "I dati sull'Emilia Romagna sono fuorvianti e tendenziosi". L'analisi di SAPAR

Leave a Reply

Your email address will not be published.