Bologna: schiaffi e calci alla scuola materna Manzini. Due maestre sotto inchiesta

Bologna: schiaffi e calci alla scuola materna Manzini. Due maestre sotto inchiesta

BOLOGNA, 14 GEN. – Questa volta teatro dell’orrore è la scuola dell’Infanzia Manzini di Bologna, purtroppo le scene riprese dalle videocamere sono sempre le stesse, schiaffi, calci e costrizioni fisiche sui bambini da parte delle loro maestre. L’inchiesta è partita qualche mese fa, in seguito alla denuncia dei genitori di tre alunni che avevano raccontato di essere stati rinchiusi per punizione in uno sgabuzzino e di avere visto un loro compagno legato alla sedia con lo scotch. Le telecamere nascoste, posizionate nella scuola dai carabinieri, hanno documentato i maltrattamenti, incastrando le due maestre finite ora sotto inchiesta, con l’accusa di abusi di mezzi di correzione e disciplina.

[ad#Juice 250 x 250][ad#Juice PopUnder2][ad#Juice Overlay][ad#Cpx Popunder]

In seguito alle indagini dei carabinieri della Stazione Bologna-Bertalia, il pm Simone Purgato, lo scorso dicembre, ha fatto notificare alle due donne l’avviso di fine indagine. L’accusa è di aver adottato nei confronti di vari bambini della classe a loro affidata ”un comportamento connotato da eccessiva severità e talvolta da comportamenti violenti ed estremamente punitivi ”. Il 16 novembre, riporta il documento, una delle due “scuoteva energicamente” un alunno di quattro anni, ”quindi lo afferrava per le guance e lo faceva sedere violentemente”. Il giorno dopo lo stesso bambino veniva strattonato con forza per la maglia dall’altra insegnante. Il 22 novembre una maestra puniva una bambina che si rifiutava di mangiare, o lo faceva troppo lentamente, sollevandola da terra e mettendola dietro una colonna, apostrofandola “brutta mostra”.

Le scene di violenza continuano, il 25 novembre, si legge nell’atto, una delle insegnanti ”improvvisamente si alza e si avvicina ad un bambino sferrando due energici schiaffi sul capo, lo rimprovera e prendendolo per mano lo fa sedere al suo fianco, per poi mimare il gesto compiuto con un’altra bambina che si trova di fronte ”. Quattro giorni dopo, il 29 novembre, le telecamere riprendono i bambini giocare, fino a quando una delle maestre sferra un calcio a uno di loro colpendolo al petto o al volto. Gli episodi si commentano da soli, ora si attende che la giustizia faccia il suo corso.

APPRFONDIMENTI  Baby Gang terrorizza Bologna: i residenti sono stufi

Cristina Reggini

Leave a Reply

Your email address will not be published.