L’INCHIESTA | Caso Ruby Rubacuori, Csm verso l’archiviazione

L’INCHIESTA | Caso Ruby Rubacuori, Csm verso l’archiviazione

[ad#Juice 250 x 250][ad#Juice PopUnder2][ad#Juice Overlay][ad#Cpx Popunder]

ROMA, 11 GENNAIO La Prima commissione del Csm chiede al plenum l’archiviazione della lettera – esposto del Pm del Tribunale dei minori di Milano, Anna Maria Fiorillo, a proposito della vicenda di Ruby. Il Csm non ha competenze per svolgere accertamenti sul caso, né ci sono gli estremi per intervenire a tutela del magistrato. La giovane marocchina fu fermata per furto. Fu poi affidata al consigliere regionale Minetti, dopo una telefonata del premier Berlusconi. Fiorillo rilevò discrepanze tra quanto accaduto e quanto riferito dal ministro Maroni.

La credibilità del magistrato, sostiene la commissione, non è stata danneggiata dalle parole del ministro.

FIORILLO: UTILE NON ARCHIVIARE – “Penso sia molto utile per tutti noi magistrati non archiviare la mia pratica, perché la mia vicenda ha un valore simbolico che riguarda questioni più grandi e cioè il rispetto della magistratura e il ruolo dell’autorità giudiziaria nel nostro sistema”. Così il Pm del Tribunale dei minori di Milano, Fiorillo, commenta la richiesta della Prima commissione al plenum del Csm di archiviare l’esposto presentato dal magistrato sul caso Ruby.

Fiorillo dice di aver appreso della richiesta dalla stampa e afferma di essere “rispettosa della decisione che vorranno adottare”.

Redazione

APPRFONDIMENTI  Bologna, sequestro record al concerto di Roger Waters

Leave a Reply

Your email address will not be published.