Bossi: cimici in casa mia e in ufficio

Bossi: cimici in casa mia e in ufficio

[ad#Juice 120 x 600][ad#Juice Overlay][ad#Juice PopUnder2][ad#Cpx Popunder]

ROMA, 3 GENNAIOAlcune ‘cimici’ sono state trovate un paio di mesi fa nell’ufficio di Umberto Bossi al ministero delle Riforme e nella sua abitazione romana, nella zona di Porta Pia.

Il leader leghista lo ha raccontato chiacchierando con i giornalisti nella notte a Ponte di Legno. Bossi ha detto che la sua segretaria al ministero si insospettì perché “troppa gente sapeva quello che avevo detto solo a lei”. Così furono fatti dei controlli. “E hanno trovato una ‘cimice’ nel mio ufficio al ministero e diverse nella mia casa”.

Non ho fatto denunce – ha detto Bossi – perché sarebbe stato inutile”.

CALDEROLI: GENNAIO DECISIVO PER VERIFICA

“Se non si fa il federalismo non ha più senso la legislatura e quindi si torna alle urne”. Lo ha detto, all’Adnkronos, il ministro per la Semplificazione, Calderoli.

“Aspettiamo la metà di gennaio per verificare i possibili numeri che ci aveva prospettato Berlusconi. E’ chiaro che non basta una semplice maggioranza numerica risicata: per fare le riforme necessitano numeri forti”. “Abbiamo tutto gennaio per verificare se è necessario andara a votare il 27 marzo, ferma restando la potestà del presidente Napolitano”.

M.R.

Leave a Reply

Your email address will not be published.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.