Yara Gambirasio, cresce l’angoscia a Brembate Sopra

Yara Gambirasio, cresce l’angoscia a Brembate Sopra

BERGAMO, 1 DIC. Venti ore di ricerche: life detector, sonde, Protezione Civile e Ris ma di Yara Gambirasio, la tredicenne di Brembate Sopra (Bergamo), scomparsa venerdì scorso, ancora nessuna traccia.

Alle prime luci dell’alba i volontari della Protezione civile di Alzano Lombardo hanno messo in azione il loro life detector, una sonda particolare che consente di captare qualunque vibrazione sia del corpo umano sia meccanica che proviene da sottoterra o da sotto cumuli di macerie. «Siamo gli unici ad utilizzarlo in Italia – ha detto Maurizio Lombardi, presidente della Protezione civile di Anzano – lo abbiamo usato anche durante il terremoto dell’Aquila».

Poi è stato il turno del segugio Joker. Un supercane proveniente dalla Svizzera, di nome Joker aveva fiutato un possibile percorso che la tredicenne avrebbe percorso nelle fasi di allontanamento dal Palazzetto dello Sport, ma la tracce di Yara si sono improvvisamente perse dopo alcune centinaia di metri, proprio in direzione di un cantiere dove è in costruzione un centro commerciale con data di consegna 2011.

[ad#Juice 250 x 250][ad#Juice PopUnder2][ad#Juice Overlay][ad#Cpx Popunder]

Gli inquirenti hanno blindato l’area. Carabinieri, Protezione Civile e Vigili del fuoco, coadiuvati da unità cinofile e specialisti del Ris, hanno setacciato per ore il cantiere al confine tra i comuni di Brembate Sopra e l’adiacente Mapello. Proprio a Mapello, secondo i riscontri tecnici eseguiti dalla polizia postale – si sarebbe agganciata la cella telefonica del cellulare di Yara in uno degli ultimi istanti in cui è rimasto acceso. Di Yara però ancora nessuna traccia

Le ricerche riprenderanno alle prime luci dell’alba; dopo fiumi e casolari abbandonati, nei prossimi giorni i carabinieri perlustreranno anche altre aree di cantiere nei pressi di Brembate Sopra per non lasciare nulla di intentato.

Al lo stato attuale dell’indagine gli inquirenti hanno a disposizione un solo indizio: un paio di leggins rinvenuti nella fitta boscaglia di Mapello, simili a quelli che Yara indossava al momento della scomparsa.

M.Riverso

Leave a Reply

Your email address will not be published.