Università, scontri alla stazione di Bologna tra studenti e polizia

Università, scontri alla stazione di Bologna tra studenti e polizia

BOLOGNA, 30 NOV. – Scontri alla stazione di Bologna tra studenti e polizia. La manifestazione organizzata dai comitati studenteschi era partita stamattina alle ore 11.00 da Piazza Verdi. Il corteo, rumoroso ma pacifico, ha sfilato per le vie della città, dirigendosi poi verso la A14. Dopo aver oltrepassato via Stalingrado i manifestanti si sono diretti, come detto, sull’autostrada A14 con l’intento di bloccare il traffico per qualche ora.

Gli studenti, circa 10 mila secondo gli organizzatori, cantavano cori contro la Gelmini, contro la Lega e contro Berlusconi. L’inno che ha guidato i manifestanti è stato soprattutto “se ci bloccano il futuro noi blocchiamo la città“.

Il corteo alle ore 13.30 si è diretto verso la Stazione Centrale di Bologna, passando per via Corticella.

Alla stazione, ad aspettare i manifestanti, la polizia in tenuta anti-sommossa. Ed è proprio qui che ci sono stati scontri tra studenti e forze dell’ordine. Gli ingressi e le uscite della stazione erano stati chiusi per ragioni di sicurezza. In particolare ci sono state due cariche della polizia. Secondo alcune fonti ci sarebbero stati due feriti e tre manifestanti fermati ma rilasciati subito dopo.

Alle ore 16.00 il corteo è fermo alle Due Torri.

Dal nostro inviato Simone Luca Reale

[ad#Juice PopUnder1][ad#Juice Banner][ad#Cpx Popunder][ad#Juice Overlay]

Leave a Reply

Your email address will not be published.