Mamma di Sarah: «Sabrina non dice la verità»

Mamma di Sarah: «Sabrina non dice la verità»

[ad#Juice 250 x 250][ad#Juice PopUnder2][ad#Juice Overlay]

AVETRANA, 21 NOV. – Il giallo di Avetrana ha ormai superato in termini di popolarità mediatica il caso Franzoni e il delitto di Meredith Kercher, tre “criminal minds” irrisolti con molti elementi in comune.L’inchiesta sulla morte di Sarah Scazzi spicca tuttavia per il numero esorbitante di personaggio coinvolti: Sabrina e Michele Misseri, Mariangela Spagnoletti, Ivano Russo, Cosima e Emma Serrano e l’intera cittadina ionica di Avetrana.

Ieri Concetta Serrano, la madre di Sarah Scazzi, ha dichiarato di credere alla versione di Michele Misseri, «ma non a tutto». A suo avviso, come ha affermato davanti alle telecamere, «la verità è ancora da scoprire». Crede a Misseri?, le è stato chiesto dai giornalisti. «In parte sì», ha risposto aggiungendo che però il cognato «non riesce a dare la spiegazione di quello che è successo prima. Può essere che non c’era, però chi ha commesso l’omicidio può dire la verità».

«Io ho la sensazione – ha aggiunto Concetta – che c’è ancora qualcosa da dire. Vedo che ci sono delle ombre ancora, non è tutto chiaro». Misseri ha detto che Sabrina gli ha parlato della morte di Sarah come di uno sfortunato «incidente»: «Se è così – ha replicato Concetta – lo chiarisse. Chi lo ha provocato l’incidente?».

A proposito delle molestie sessuali e del villipendio sul cadavere, prima confessato poi negata dall’uomo, la mamma di Sarah dice: ‘Io non c’avevo mai creduto. Quando ho sentito che ha detto «l’ho violentata l’ho accettato, ma in cuor mio non ci credevo».
La madre coraggio di Avetrana ha quindi ribadito che è una sua «sensazione» che la nipote Sabrina non dica la verità e, a chi le faceva presente che Michele forse sta proteggendo qualcuno ha risposto: «Può essere anche vero..».

APPRFONDIMENTI  Dove sposarsi in Riviera Romagnola: tre destinazioni da sogno

Può essere stato un gioco finito male? «Ti metti a giocare con una corda? Sarah non ha mai giocato con una corda con Sabrina, mica sono bambini».
Del rapporto d’amore-odio tra Sabrina e Sarah ha spiegato che era «un rapporto normale, io le vedevo come due cugine normali. Sì ogni tanto litigavano, ma come succede un po’ con tutte le compagne, le amiche. Mi fidavo di Sabrina», quando stava con lei «ero più tranquilla». Concetta non si sbilancia sul presunto coinvolgimento della sorella Cosima, la moglie di Misseri: «non lo so, vorrei saperlo», taglia corto, sintomo che nella famiglia Serrano l’amore fraterno ha lasciato spazio all’odio e all’indifferenza.

Redazione

[ad#Cpx Popunder][ad#Cpx Banner]

Leave a Reply

Your email address will not be published.