La Dia si schiera con Saviano. L’uragano Maroni si abbatte sulla Rai

La Dia si schiera con Saviano. L’uragano Maroni si abbatte sulla Rai

[ad#Juice 250 x 250][ad#Juice PopUnder2][ad#Juice Overlay][ad#Cpx Popunder]

BOLOGNA, 17 NOV.La Dia si schiera dalla parte di Saviano. Nel nord Italia e soprattutto in Lombardia c’è una «costante e progressiva evoluzione» della ‘ndrangheta che, ormai radicata da tempo su quei territori, «interagisce con gli ambienti imprenditoriali lombardi». È quanto sottolinea l’ultima relazione stilata dalla Direzione investigativa antimafia (DIA) depositata al Parlamento Italiano e relativa ai primi sei mesi del 2010.

URAGANO MARONI – «Se la Rai mi dirà di no lo accetterò, ma sarebbe una sorta di bavaglio o di censura. Come ministro dell’Interno ho chiesto uno spazio in tv per replicare ad affermazioni sulla mafia che non corrispondono al vero». Lo ha detto stamani il ministro dell’Interno, Roberto Maroni, parlando con i giornalisti a Montecitorio dell’orazione dello scrittore Roberto Saviano nel corso della seconda puntata di “Vieni via con me”.

«Mi pare che la Rai – prosegue Maroni – abbia dato diritto di accesso negli ultimi tempi a tutti, sarebbe francamente inverosimile se al ministro dell’Interno venisse negato l’accesso in televisione per parlare della lotta alla mafia che sta portando avanti». «Se passa il sospetto che la Lega Nord interloquisce con la ‘ndrangheta – si chiede Maroni – cosa possono pensare i cittadini? La mafia io la combatto, è falso che la Lega interloquisca con la ‘ndrangheta».

Redazione

APPRFONDIMENTI  Dove sposarsi in Riviera Romagnola: tre destinazioni da sogno

Leave a Reply

Your email address will not be published.