Sarah Scazzi, zio Michele Misseri ha rischiato di morire. Infarto in carcere?

Sarah Scazzi, zio Michele Misseri ha rischiato di morire. Infarto in carcere?

[ad#Juice 300 x 250][ad#Juice PopUnder2][ad#Juice Overlay]

AVETRANA, 12 OTT. – Michele Misseri colpito da una crisi cardiaca il 6 novembre. Secondo quanto riportano le principale testate giornalistiche italiane, lo zio di Sarah Scazzi, rinchiuso in isolamento precauzionale dal 7 ottobre scorso, avrebbe una crisi cardiaca. Una crisi violenta provocata probabilmente dallo stress emotivo degli ultimi giorni o dallo choc di essere ritornato insieme ai carabinieri sul luogo dove avrebbe occultato il cadavere della nipotina.

Ulteriori dettagli parlano di un Michele Misseri strappato alla morte grazie al pronto intervento di due medici della casa circondariale di Taranto

Sempre secondo quanto riporta AffariItaliani Michele Miseri è stato sottoposto d’urgenza a esami specifici e complessivamente gli avrebbero fatto una decina di elettrocardiogrammi per monitorare le condizioni del cuore. Solo dopo qualche ora la situazione è tornata alla normalità e gli specialisti hanno escluso il pericolo di vita. Resta però la preoccupazione dei medici che non lo perdono mai di vista e vanno avanti con il monitoraggio. Michele peraltro non ha mai sofferto di cuore nonostante la dura vita nei campi, ma la forte tensione e le emozioni accumulate per aver rivisto i luoghi dell’orrore – secondo i medici – gli hanno causato l’attacco di cuore.

Redazione | Bolognanotizie.com

[ad#Cpx Popunder][ad#Simply Banner]

Leave a Reply

Your email address will not be published.