Caso Boffo: pena dimezzata per Vittorio Feltri

Caso Boffo: pena dimezzata per Vittorio Feltri

[ad#Juice 300 x 250][ad#Juice PopUnder2][ad#Juice Overlay]

MILANO, 12 NOV.Pena dimezzata ma alla fine lo ‘stop’ è arrivato: l’Ordine nazionale dei giornalisti ha ridotto da sei a tre mesi la sospensione inflitta dall’Ordine della Lombardia a Vittorio Feltri per il caso Boffo. Il Consiglio si e’ diviso a meta’: tra chi (66 voti) voleva confermare la sospensione di sei mesi e chi (altri 66) era per la riduzione a tre: in questi casi prevale la pena più favorevole all’imputato, pertanto la seconda.

Vittorio Feltri, direttore editoriale del Giornale, è stato fermato per il caso Boffo, scoppiato dopo alcuni articoli del quotidiano usciti il 28 e 29 agosto 2009, che avrebbero portato il direttore di Avvenire, il quotidiano dei vescovi, alle dimissioni.

«Non mi aspettavo niente di meglio» ha commentato a caldo Feltri.

Interrogativi, secondo indiscrezioni pubblicate da giornali ed agenzie, sul suo futuro professionale: da giorni circolano voci su un suo possibile addio al quotidiano della famiglia Berlusconi per intraprendere un nuovo progetto editoriale. Ieri, in un’intervista al Fatto quotidiano, il giornalista ha ammesso che sul suo “umore” avrebbe inciso la decisione dell’ordine.

Per il momento Feltri ha ricevuto l’appoggio dalla proprietà: dopo la sentenza Paolo Berlusconi, editore del Giornale, gli ha espresso in una nota “la piena e incondizionata solidarietà”, confermandogli “totale fiducia”: “Certo – si legge sempre nella nota – che lo stop forzato non intralcerà il percorso comune”.

Manlio Scimeca

[ad#Simply Banner][ad#Cpx Popunder]

One Response to "Caso Boffo: pena dimezzata per Vittorio Feltri"

  1. FRANCESCO BUFFA DESIGNER  2010/11/14 at 13:11

    CASO BOFFO – L’ordine dei giornalisti può prendere provvedimenti nei confronti dei giornalisti – non capisco il signor Feltri cosa ha che fare con i giornalisti! (suggerisco un LODO per tutti i subalterni del “cavaliere”)

Leave a Reply

Your email address will not be published.