Roberto Saviano come i camorristi: fuoco sul Giornale

Roberto Saviano come i camorristi: fuoco sul Giornale

[ad#Juice 300 x 250][ad#Juice PopUnder2][ad#Juice Overlay]

BOLOGNA, 11 NOV. – Il Giornale contro Saviano: “E’ come i camorristi”.  Sembra incredibile, ma è proprio così che “il Giornale”, quotidiano di proprietà della famiglia Berlusconi, definisce l’autore di Gomorra. Colui cioè, che per aver denunciato attraverso la scrittura i loschi affari della camorra in Campania e non solo, è costretto da anni a vivere sotto scorta. Costretto a rinunciare alla propria libertà.

L’editoriale de “Il Giornale” ne ha per tutti: “È un predicatore che va sulla tv di Stato a condannare, infangare, insultare, mettere all’indice i giornalisti di un quotidiano. Siamo davvero masochisti: paghiamo il canone per essere diffamati. Paghiamo la prima serata a Fazio e Saviano perché gettino fango su di noi. Noi paghiamo il canone e Benigni piange tutto il tempo che sta lì gratis.

Questa è l’Italia dei monaci dell’antiberlusconismo, con la lista degli uomini da odiare diffusa in diretta tv davanti a sette milioni di telespettatori”.

Sorge spontanea la domanda: dove sta il confine tra ragionevole critica e delegittimazione senza esclusione di colpi?

Ancora una volta, se ce ne fosse stato il bisogno, abbiamo la conferma che “Il Giornale” sia uno strumento di lotta politica mascherato da organo di informazione. Solo che in questo caso lo stupore è ancora maggiore, visto che si tratta di un attacco diretto nei confronti di una persona che per il bene del suo paese, della sua regione e dell’Italia intera, ha sacrificato la propria libertà.

Un attacco a Saviano è un invito a tutti coloro che hanno intenzione di denunciare il malaffare a starsene zitti. Un attacco a Saviano è un attacco alla libertà. Un attacco a Saviano è un attacco a tutti noi.

La migliore risposta al giornale?

Il record di ascolti di “Vieni Via Con Me”.

Simone Luca Reale

[ad#Aruba Banner][ad#Cpx Popunder]

2 Responses to "Roberto Saviano come i camorristi: fuoco sul Giornale"

  1. miriam  2010/11/12 at 00:56

    Bisogna ignorare la mala genia del Giornale, di Libero e della Padania, non gli date spazio nei vostri giornali nei blog. Si annienteranno da solo con il loro fango, la loro pochezza. Se riportate le loro critiche pur criticandoli , di fatto fate loro da cassa di risonanza.
    Seguite il consiglio di Dante ” non ti curar di loro ma guarda e passa”. I servi sciocchi si auto- distruggono

  2. Aieie  2011/01/28 at 14:41

    Saviano ha sparato cazzate da fazio… ha perso 1000punti…. di certo se la mafia ha bisogno prova contattare tutti, di certo non solo la Lega…. quindi il suo discorso è stato scorretto, bene ha fatto il ministro Maroni a dire la sua… Maroni ha dato una bella lezione di democrazia

Leave a Reply

Your email address will not be published.