Obama a Giacarta s’improvvisa indonesiano

Obama a Giacarta s’improvvisa indonesiano

[ad#Juice 300 x 250][ad#Juice PopUnder2][ad#Juice Overlay]

GIACARTA, 10 NOV. Nella sua visita a Giacarta per rilanciare il dialogo con l’Islam, Barak Obama si conferma uomo poliedrico e anche poliglotta, sfoggiando un’ ottima parlata indonesiana. Il presidente americano ha infatti vissuto da bambino quattro anni in Indonesia e ne ha ricordi, a quanto pare, indelebili. Con grande apprezzamento del pubblico che lo ha accolto presso l’università, Obama ha così esordito: “Pulang kampung, nih”, che vuol dire “sono tornato nel mio villaggio”.

La mamma del presidente, Ann Dunham, sposò un indonesiano nel 1967 dopo la separazione dal papà di Obama di nazionalità keniota. Nonostante la lontananza da Giacarta, il leader americano ricorda il suo paese e con tenerezza, tra una portata e l’altra alla cena con il presidente Susilo Bambang Yudhoyono, ha ripercorso alcuni momenti della sua infanzia: “Ho imparato ad amare l’Indonesia facendo volare gli aquiloni, correndo nei campi, dando la caccia alle libellule e comprando il satay (carne alla griglia ndr). Se aveste chiesto a me o a chiunque dei mie compagni di scuola di allora, credo che nessuno di loro avrebbe mai immaginato che sarei tornato a Giacarta da presidente degli Stati Uniti”. Decisamente una bella vittoria.

Ilaria de Lillo

[ad#Aruba Banner][ad#Cpx Popunder]

Leave a Reply

Your email address will not be published.