Mondiali Volley: Cuba ancora bestia nera dell’Italia. Addio semifinale

Mondiali Volley: Cuba ancora bestia nera dell’Italia. Addio semifinale

[ad#Juice 300 x 250][ad#Juice PopUnder2][ad#Juice Overlay]

NAGOYA(JAP), 10 NOV. – L’ItalVolley di Barabolini in un tiebreak mozzafiato, che esalta il pubblico di Nagoya, si arrende a Cuba quando ormai sa che non avrebbe più potuto scavalcare per quoziente punti gli Stati Uniti, sconfitti in precedenza dalle campionesse olimpiche Brasile. Nel quinto parziale è Carceres contro Italia: nella battaglia di muscoli le caraibiche hanno la meglio e chiudono con un successo di misura, dopo una lunga sequenza di match ball annullati da una parte e dall’altra.

La squadra di Barbolini così, con la terza sconfitta in questo Mondiale deve accontentarsi – dopo il 4° posto dell’edizione 2006 – delle finali dal quinto all’8° posto.

Purtroppo pesano sul cammino azzurro le due sconfitte (brutte anche nei punti) della prima fase contro Brasile e Rep. Ceca senza le quali avrebbero ambito ad altri traguardi. Unica consolazione, nonostante una formula incomprensibile, a Nagoya ha trionfato lo sport: Cuba e Brasile, pur avendo poco da chiedere all’ultima gara, hanno onorato il loro impegno fino alla fine, giocando sempre per vincere, senza calcoli. Questo – dopo le brutte figure del torneo maschile in Italia – è una bella consolazione per gli amanti della pallavolo. Domani il trasferimento a Tokyo, sabato semifinali e domenica finali, per i piazzamenti dal 5° all’8° posto. Usa, Russia, Giappone e Brasile si contenderanno l’oro.

TABELLINO DELLA GARA
Italia-Cuba 2-3 (25-16, 24-26, 25-21, 23-25, 22-24)

BNSport

[ad#Aruba Banner][ad#Cpx Popunder]

APPRFONDIMENTI  Droni e privacy: un rapporto difficile da portare avanti

Leave a Reply

Your email address will not be published.