Sarah Scazzi: Sabrina resta in carcere, Cosima Serrano portata in procura

Sarah Scazzi: Sabrina resta in carcere, Cosima Serrano portata in procura

[ad#Juice 300 x 250][ad#Juice PopUnder2][ad#Juice Overlay][ad#Cpx Popunder]

TARANTO, 9 NOV. - E’ durata dunque soltanto pochi istanti l’udienza del tribunale del riesame di Taranto, presieduto da De Tommasi, sul ricorso presentato dagli avvocati Vito Russo ed Emilia Velletri per ottenere la scarcerazione di Sabrina Misseri. L’udienza è stata aggiornata a giovedì 11 novembre.

Intanto Cosima Misseri, la madre di Sabrina è stata portata in procura, nonostante il malore accusato nella notte.

L’UDIENZA LAMPO –  Il procuratore aggiunto Pietro Argentino e il sostituto Mariano Buccoliero hanno raggiunto l’aula C del primo piano del Palazzo di giustizia. Il pubblico ministero Mariano Buccoliero ha portato i due volumi dell’interrogatorio di Michele Misseri, un faldone di 500 pagine in tutto, divise in due tomi ricoperti da una foderina gialla con il timbro della Procura e la scritta “verbali interrogatorio Michele Misseri del 5/11/2010”. All’atto del deposito dei due volumi, il magistrato ha portato anche alcuni verbali di dichiarazioni spontanee rese da persone informate sui fatti. Gli avvocati Emilia Velletri e Vito Russo, difensori di fiducia di Sabrina Misseri, hanno ufficialmente al presidente del Tribunale del riesame i termini per la difesa. Ma non è stata ancora presa nessuna decisione: tutto rimandat a giovedì.

Redazione

Leave a Reply

Your email address will not be published.