Berlusconi risponde a Fini: “Non accetto nessun ultimatum, e non ho nessuna intenzione di dimettermi”

Berlusconi risponde a Fini: “Non accetto nessun ultimatum, e non ho nessuna intenzione di dimettermi”

[ad#Juice 300 x 250][ad#Juice PopUnder2][ad#Juice Overlay][ad#Cpx Popunder]

Roma, 7 novembreNel corso della Convention di Futuro e Libertà a Perugia Fini ha chiesto a Berlusconi di rassegnare le dimissioni dicendo : “Se non si dimette, noi andremo fuori dal governo”. Il Premier replica con decisione: “Una crisi si può aprire solo in Parlamento, e dunque se questa è l’intenzione di Gianfranco Fini, faccia votare i suoi parlamentari contro il governo.”

Durante il discorso a Perugia il Presidente della Camera Gianfranco Fini ha usato parole aspre parlando dell’attuale Governo e soprattutto contro chi ne ha le redini. Ha chiesto un nuovo esecutivo, con un nuovo programma  con l’Udc in maggioranza e facendo riferimento alle notizie degli ultimi giorni, relative a Berlusconi, che continuano a danneggiare l’immagine dell’ Italia,  ha poi concluso: “L’Italia non è “il Paese dei balocchi che Berlusconi ogni tanto dipinge. E il suo non è il Governo del fare, ma del “fare finta che tutto va bene”.

Poi ha tirato una frecciata al Pdl e alla Lega facendo riferimento ai temi di immigrazione e famiglia. «Non c’è in nessuna parte dell’Europa, e lo dico a ragion veduta un movimento politico come il Pdl che sui diritti civili è così arretrato culturalmente  e a rimorchio, anche qui, della peggior cultura leghista».

I maggiori esponenti del Governo contestano la proposta di Fini ed escludono l’apertura della crisi. Gaetano Quagliariello, vice capogruppo vicario del Pdl al Senato : «PEGGIO CHE LA MARCIA SU ROMA» . Afferma che il discorso  di Fini è stato un vero e proprio sbrego Istituzionale, perfino peggiore di quello che provocò la Marcia su Roma e ha parlato di assoluta confusione dei poteri: “Non si era mai visto che ministri e altri componenti dell’esecutivo rimettessero il loro mandato nelle mani del presidente della Camera.”

Isabella Anna Ricciardi

[ad#Cpx 300 x 250]

Leave a Reply

Your email address will not be published.