Button, incubo a San Paolo. Agguato armato alla sua auto

Button, incubo a San Paolo. Agguato armato alla sua auto

[ad#Juice 300 x 250][ad#Juice PopUnder2][ad#Juice Overlay]

SAN PAOLO (Bra), 7 novembre 2010 – Jenson Button è miracolosamente sfuggito ad un agguato armato a San Paolo, a poche ore dal decisivo GP del Brasile di Formula 1 che si disputerà questa sera, alle 17 italiane, sul tracciato di Interlagos. Il bel pilota inglese della McLaren-Mercedes, campione del mondo in carica, viaggiava a bordo della sua auto quando ha subìto l’aggressione di una banda composta da 6 uomini armati.

Button stava rientrando in hotel dopo la giornata di prove: solo la prontezza del suo autista, un agente armato, ha evitato la tragedia. L’auto di Button si è fatta largo ad alta nel traffico ed è arrivata rapidamente all’albergo del pilota. A bordo del veicolo, c’erano anche il padre di Jenson, il manager e il preparatore atletico.

La McLaren ha diffuso una nota: “Sabato sera, nel ritorno dal circuito di Interlagos a Morumbi, uomini armati hanno provato ad assalire la vettura che trasportava Jenson Button. Nessuno, tra Jenson e gli altri passeggeri, ha riportato danni. La McLaren-Mercedes ha messo a disposizione di Jenson e di Lewis Hamilton veicoli blindati e guidati da agenti di polizia. L’agente che guidava la macchina di Jenson ha reagito immediatamente e si è fatto rapidamente largo nel traffico, portando Jenson e gli altri passeggeri lontano da ogni pericolo”.

[ad#Cpx Popunder]

BNSport

[ad#Cpx 300 x 250]

Leave a Reply

Your email address will not be published.