Berlusconi evita il forum e l’imbarazzo

Berlusconi evita il forum e l’imbarazzo

[ad#Juice 160 x 600][ad#Juice PopUnder2][ad#Juice Overlay][ad#Cpx Popunder]

BOLOGNA, 6 NOV. Non ci sarà il presidente del consiglio Silvio Berlusconi all’apertura di lavori del Forum delle associazioni familiari lunedì prossimo a Milano, il suo delegato sarà Carlo Giovanardi. All’origine della rinuncia a partecipare le parole del presidente del Forum Francesco Belletti, che avrebbe provato “imbarazzo” circa la presenza del Premier ancora nella bufera mediatica dopo le ultime scottanti rivelazioni sulla sua vita privata. Altre fonti invece suggeriscono che sia stata più l’amarezza per quanto detto e il timore per repliche che potrebbero scaldare ancora di più gli animi.

Tuttavia la posizione di Belletti si può dire personale, in quanto le voci dei cosidetti “papa boys ” sembrano prendere le distanze dal suo imbarazzo. Questi non considerano Berlusconi certo “l’acqua santa” ma neanche il “male assoluto”.  D’altronde il mondo cattolico, che vede la sua voce pubblica più autorevole nella Cei, sembra essere in bilico tra un desiderio di “scomunica”, quanto meno politica, per manifesta immoralità e la necessità di mantenere un interlocutore autorevole nello scenario partitico attuale.

Le alternative mancano, da una parte un Pd sempre meno cattolico e dall’altra parte un partito in costruzione che sembra voglia intraprendere con convinzione la strada della laicità. Il governatore della Lombardi Roberto Formigoni commenta favorevolmente la scelta del premier: ”Mi spiace che Berlusconi non ci sia ma apprezzo una decisione presa per evitare polemiche “.

Maria Scopece

Leave a Reply

Your email address will not be published.