Sarah Scazzi: trovata l’arma del delitto, la corda era nell’Opel Astra di Cosima

Sarah Scazzi: trovata l’arma del delitto, la corda era nell’Opel Astra di Cosima

[ad#Juice 300 x 250][ad#Juice PopUnder2][ad#Juice Overlay][ad#Cpx Popunder]

TARANTO, 6 NOV – Dai sopralluoghi di questa mattina in casa Misseri e nelle campagne di Avetrana, gli investigatori avrebbero rinvenuto la corda utilizzata per uccidere Sarah Scazzi. E’ stato Michele Misseri ad indicare il luogo in cui era nascosta, l’ Opel Astra usata dalla moglie Cosima. Misseri, presente ai sopralluoghi, ha fatto ritrovare anche il mazzo di chiavi che Sarah aveva con sé.

Dopo le dichiarazioni spontanee, rese nel pomeriggio di ieri da Misseri, la posizione processuale della figlia Sabrina sembra aggravarsi, il padre l’ha, infatti, indicata come autore materiale dell’omicidio, confessando di aver preso parte all’occultamento del cadavere. Il ritrovamento della corda nell’auto della madre Cosima, getta un’ulteriore ombra anche sulla figura di un’altra delle donne di casa Misseri.

Fonti giudiziarie rivelano non sia in discussione il luogo del delitto, che rimane il garage di casa Misseri. Immutate restano anche le imputazioni a carico di padre e figlia: omicidio, occultamento di cadavere e vilipendio di cadavere per Michele Misseri, sequestro di persona e concorso in omicidio per Sabrina.

Cristina Reggini

Leave a Reply

Your email address will not be published.