Pompei, crolla Domus dei gladiatori. Bondi ha sottovalutato la situazione

Pompei, crolla Domus dei gladiatori. Bondi ha sottovalutato la situazione

[ad#Juice 160 x 600][ad#Juice PopUnder2][ad#Juice Overlay][ad#Juice PopUnder2]

NAPOLI, 6 NOV. – Il complesso di scavi di Pompei perde la “Domus dei gladiatori”. L’edificio di alto interesse archeologico è completamente crollato stamattina verso le 6. A segnalarlo sono stati i guardiani, giunti intorno alle 7.30. La causa è probabilmente un’infiltrazione d’acqua dovuta alle piogge. Altra ipotesi è che i muri si siano sgretolati non riuscendo più a reggere il peso eccessivo del tetto.

In ogni caso era una tragedia annunciata. «Sono mesi che denuncio, con interrogazioni e articoli, il degrado allarmante degli scavi di Pompei. Il gravissimo crollo di stamattina è la dimostrazione che il Governo e il ministro Bondi hanno sottovaluto la situazione e raccontano, da tempo, un bel po’ di sciocchezze» ha dichiarato Luisa Bossa, ex sindaco di Ercolano e deputato Pd. «Quando abbiamo posto la questione del degrado negli scavi – dice la Bossa – Bondi ha risposto in modo piccato e risentito, difendendo il lavoro dei suoi commissari. Il crollo della Domus dei gladiatori è la drammatica, ma inevitabile, risposta a chi pensa che governare significhi raccontare una balla al giorno, attaccando chi a quella balla non crede perché le cose va a guardarle con i suoi occhi. La situazione dei siti archeologici in Campania è drammatica».

L’edificio si trovava sulla principale Via dell’Abbondanza, in direzione Porta Anfiteatro. La Schola Armaturarum Juventis Pompeiani (nome classico della casa dei gladiatori) era il luogo dove si svolgeva la vita d’armi dei pompeiani: era deposito e sede dell’associazione militare. I decori sui muri riprendevano tale tema: trofei di armi, foglie di palma, vittorie alate, candelabri con aquile e globi. Tutto questo oggi è andato perduto. Ora le macerie sono transennate. Un percorso alternativo è stato studiato per evitare disagi ai turisti. Si attende ora la verifica ufficiale sulle motivazioni del crollo.

APPRFONDIMENTI  Dove sposarsi in Riviera Romagnola: tre destinazioni da sogno

Laura Girasole

Leave a Reply

Your email address will not be published.