Nadia Macrì: Vittima o una donna in cerca di successo e fortuna?

Nadia Macrì: Vittima o una donna in cerca di successo e fortuna?

[ad#Juice 300 x 250][ad#Juice PopUnder2][ad#Juice Overlay][ad#Cpx Popunder]

MILANO, 4 NOV. – Intanto si cerca di fare chiarezza sulla personalità di Nadia Macrì.

Secondo Lucio Rota, ex datore di lavoro, della giovane, quest’ultima sarebbe solo una “modesta contaballe”, che si è inventata tutto a proposito delle feste alle quali dice di aver partecipato nelle ville del premier Berlusconi. il quale nel 2005 diede in gestione un bar a lei e al suo fidanzato e oggi ha raccontato al Giornale le sue impressioni sulla ragazza.

“È una che combatteva per sopravvivere – ha proseguito Rota – con tanti problemi alle spalle e la capacità di raccontare una cosa per un’altra”. Una esperienza di lavoro definita dallo stesso Rota come “burrascosa”, perché insieme al suo fidanzato, la ragazza non era in grado di gestire il bar e poi Rota ha riferito di frequenti alterchi tra i due: “Nadia era una donna violenta”. Esperienza finita perché cacciati per morosità. Il periodo in cui Nadia ha lavorato per Rota risale al 2005, quando la ragazza era incinta, prima che cominciasse “questa seconda vita di cui ha parlato alla Procura di Palermo.

di Manlio Scimeca

Leave a Reply

Your email address will not be published.