Berlusconi convocato dal Copasir, i festini mettono a rischio la sicurezza nazionale

Berlusconi convocato dal Copasir, i festini mettono a rischio la sicurezza nazionale

MILANO, 4 NOV. – Il primo ministro Berlusconi è stato convocato dal Copasir per discutere della sua sicurezza, ma ha già annunciato che non andrà. Massimo D’Alema, presidente del comitato parlamentare per la sicurezza della repubblica, ritiene che il premier sia troppo esposto.

È realmente tutelato l’accesso alle case del premier? Non nuoce alla nostra sicurezza nazionale il fatto che, come ha confermato pure Ruby, dalla villa di Arcore passino troppe “oche e ochette”, alcune delle quali senza permesso di soggiorno?

«Come è noto il Copasir ha chiesto fin dalla sua costituzione di incontrare il presidente del Consiglio – ha chiarito D’Alema durante una conferenza stampa sul segreto di Stato – ma fino adesso ciò non è stato ancora possibile ». Il presidente della commissione ha anche espresso la sua solidarietà agli agenti della scorta di Berlusconi, che giorni fa hanno manifestato il loro disagio nell’essere ridotti a tassisti e guardie del corpo per i festini.

[ad#Juice 300 x 250][ad#Juice PopUnder2][ad#Juice Overlay][ad#Cpx Popunder]

i commissari Pdl del Copasir invitano a distinguere vita privata con faccende di stato e di non dare vita a inutili strumentalizzazioni.

Intanto Lele Mora ha confidato ad un’intervista il suo disagio nel vedersi coinvolto nella faccenda. Rigetta le accuse di sfruttamento della prostituzione che gli sono state mosse negli ultimi giorni. “Vado ad Arcore dall’86, non succede niente. Non e’ che c’erano tutte queste ragazze. Si mangia e poi ci si rilassa bevendo una cosa, e ascoltando un po’ di musica”.

La bufera però non accenna a calmarsi. Ieri il presidente del Forum delle associazioni familiari Belletti ha ammesso il suo imbarazzo per la prevista presenza del premier alla Conferenza nazionale della famiglia.”Il dibattito sui comportamenti pubblici e privati del premier non ci vede in sintonia – ha spiegato – tuttavia se Berlusconi sarà capace di proteggere il valore della famiglia, sarà sostenuto da noi”

Laura Girasole

Leave a Reply

Your email address will not be published.