Esplode al Marconi di Bologna pacco bomba inviato a Berlusconi

Esplode al Marconi di Bologna pacco bomba inviato a Berlusconi

BOLOGNA, 3 NOV. Un aereo cargo è stato fatto atterrare all’aeroporto di Bologna dopo che a bordo è stato individuato un pacchetto sospetto che sembrava indirizzato al premier italiano Silvio Berlusconi.

È stato il pilota dell’aereo cargo, proveniente dall’hub di Atene e diretto a Parigi, ha chiedere l’atterraggio di emergenza all’aeroporto di Bologna segnalando una «sospetta presenza di un pacco bomba a bordo».

L’aereo è stato parcheggiato in una zona «sicura» dello scalo emiliano, che è stato chiuso. Quando gli artificieri hanno cercato di aprirlo, il presunto pacco bomba si è improvvisamente incendiato. Secondo quanto rendono noto fonti investigative, gli artificieri non hanno subito danni.

Il destinatario era il presidente del consiglio Silvio Berlusconi, il mittente un politico greco, che ha successivamente smentito all’antiterrorismo di avere inviato alcunchè al premier italiano

Il fatto fa seguito ad un’ondata di pacchetti esplosivi detonati o individuati oggi ad Atene e diretti ad ambasciate, alla cancelliera tedesca Merkel, all’Europol e alla Corte di giustizia di Lussemburgo. Dietro questi ultimi ordigni gli inquirenti ritengono ci siano gruppi anarchici greci.

Redazione Bologna

APPRFONDIMENTI  Dove sposarsi in Riviera Romagnola: tre destinazioni da sogno

Leave a Reply

Your email address will not be published.