Acerra, giovane 21enne uccide il padre ubriaco con quattro coltellate

Acerra, giovane 21enne uccide il padre ubriaco con quattro coltellate

[ad#Juice 300 x 250][ad#Juice PopUnder2][ad#Juice Overlay]

NAPOLI, 2 NOV. – Dramma familiare ad Acerra. Un giovane di 21 anni ha ucciso con un coltello da cucina il padre 42enne. al culmine di una lite familiare.

La tragedia è scaturita presumibilmente per difendere la madre. Secondo una prima ricostruzione compiuta dai carabinieri della compagnia locale di Acerra, ieri la vittima Mauro Buonavolontà è tornata a casa ubriaco, come spesso avveniva negli ultimi tempi. Ha iniziato a litigare con la moglie, nonostante presenza dell’ultimo figlio di soli 15 mesi. Al piano superiore dell’abitazione, gli altri due figli, il 21enne e un 17enne, hanno sentito le urla, sono scesi rapidamente in cucina e Francesco ha provato a dividere i genitori.

È stato allora che, per motivi ancora da accertare, ha afferrato un coltello da cucina e ha colpito il padre, uccidendolo. Il 21enne è, poi, scappato da casa. Ha occultato il coltello in un tombino, a pochi metri dall’abitazione. Poi si è recato nella piazza Castello, ad Acerra. Lì alcune persone lo hanno riconosciuto, si sono avvicinate. Ed è lì che i carabinieri lo hanno preso. Il 21enne si è mostrato molto collaborativo anche se in stato di choc. È ora in stato di fermo con l’accusa di omicidio volontario.

Redazione

Leave a Reply

Your email address will not be published.