AVETRANA/ Valentina Misseri scrive a Giletti: Sabrina è innocente, mio padre no

AVETRANA/ Valentina Misseri scrive a Giletti: Sabrina è innocente, mio padre no

AVETRANA, 1 NOV.Il delitto di Avetrana è diventato un caso mediatico analizzato più di quanto se ne sentisse il bisogno. La vittima, Sarah Scazzi, è passata in secondo piano dopo la confessione dello zio Michele, gli innumerevoli cambi di versione, l’entrata in scena della cugina Sabrina e l’aggravarsi della sua posizione. La famiglia Scazzi, in un dolore composto, ha lasciato la scena ai Misseri, che non perdono occasione per far parlare di sé. Una famiglia in cui le donne hanno deciso che l’unico a dover pagare è lui: Michele Misseri.

L’ultima dichiarazione è di Valentina, sorella di Sabrina, che in una lettera, inviata a “Domenica In-L’Arena”, si rivolge alla mamma di Sarah. “Cara zia Concetta, ti scrivo cara non perché la lettera deve iniziare per forza in questa maniera, ma perché noi ti vogliamo ancora bene, soprattutto perché, grazie a te, abbiamo avuto la possibilità di conoscere la nostra Sarah! Noi capiamo il tuo dolore, ma volevo ricordarti una cosa – continua Valentina – In quei 42 giorni di attesa noi tre ti siamo state vicine e non per ingannarti. Ci aspettavamo di ritrovare Sarah viva! Io, Sabrina e mamma avevamo dei progetti… Sabrina voleva regalare a Sarah un computer; io, come già sai, volevo tenermela per un po’ a Roma. Mamma voleva invece organizzare una grande festa. La festa che Sarah aveva sempre desiderato… con palloncini, regali, dolci, pizze, amici e parenti!”

[ad#Juice 250 x 250][ad#Juice PopUnder2][ad#Juice Overlay][ad#Cpx Popunder]

Valentina, dopo l’elenco dei buoni propositi delle tre donne Misseri nei confronti di Sarah, sferra l’ennesimo attacco al padre: “In quei 42 giorni, quante volte hai visto mio padre a casa tua? Solo due! Secondo te, perché? Lui aveva la coscienza sporca! – prosegue Valentina – Sapeva quello che aveva fatto! Non ti chiederemo mai di perdonare papà. Neanche noi l’abbiamo fatto! Quello che non capisco è perché tu sei così sicura che Sabrina sia colpevole – si chiede Valentina - Zia, voglio che tu capisca una cosa! Se Sabrina c’entrasse qualcosa con la morte di Sarah, non mi sarei data tanto da fare, perché sono la prima a chiedere giustizia per Sarah. Invece Sabrina è innocente“, conclude Valentina.

APPRFONDIMENTI  Dove sposarsi in Riviera Romagnola: tre destinazioni da sogno

Cristina Reggini

Leave a Reply

Your email address will not be published.