SESTO FIORENTINO: CONFESSA IL 25ENNE, OMICIDA PER MOTIVI PASSIONALI

SESTO FIORENTINO: CONFESSA IL 25ENNE, OMICIDA PER MOTIVI PASSIONALI

[ad#Juice Banner][ad#Juice Overlay][ad#Cpx Popunder]

Omicidio Sesto FiorentinoSESTO FIORENTINO, 9 GIU.Ha confessato il 25enne fermato dalla polizia per l’omicidio di Raffaella Ingrassia, 44 anni, uccisa a coltellate nella sua abitazione a Colonnata, frazione di Sesto Fiorentino (Firenze). “La firma dell’assassino sono le scarpe in gomma con suola zigrinata, ma con una caratteristica, la “h” delle scarpe Hogan, che corrispondono perfettamente come calzatura”, fanno sapere gli ufficiali dei Carabinieri alla stampa, nella caserma di Borgo Ognissanti a Firenze. Il giovane e la vittima, colleghi di lavoro, erano legati da una relazione affettiva. Si tratterebbe quindi, di omicidio per motivi passionali. Ieri pomeriggio tra i due qualcosa ha scatenato il raptus omicida del ragazzo che ha estratto un coltello e ha colpito la donna fino ad ucciderla.

L’omicidio è stato scoperto in serata dai vigili del fuoco, allertati dai colleghi della vittima che, invitati a cena, hanno atteso invano davanti alla porta d’ingresso. I vigili, entrati nell’appartamento di via XX Settembre, hanno trovato la donna riversa in un lago di sangue, quindi hanno chiamato i carabinieri. Raffaella Ingrassia viveva da cinque anni, con il marito e la figlia di 22 anni, al secondo piano di un complesso residenziale di recente costruzione (prima c’era l’ex manifattura Ginori). Martedì era sola, perché i familiari si trovavano a Taranto, città d’origine della famiglia.

Il giovane, sui cui vestiti sono state trovate tracce di sangue, era un collezionista di coltelli. Dall’interrogatorio, svolto come le indagini in presenza del pm Giuseppina Mione, è emerso un giovane dal profilo psicologico instabile, il ragazzo ha riferito di non avere la patente “perché non era in grado di prenderla”. L’arma del delitto, non ancora trovata, non era nell’appartamento e i militari dell’Arma hanno passato al setaccio anche i cassonetti dei rifiuti del complesso residenziale.

Cristina Reggini

[ad#Cpx 300 x 250] [ad#Cpx 300 x 250]

Leave a Reply

Your email address will not be published.