NOCERA INFERIORE, TRE ORE VISSUTE COL FIATO SOSPESO. IL SEQUESTRO DEL PICCOLO LUCA CIOFFI

NOCERA INFERIORE, TRE ORE VISSUTE COL FIATO SOSPESO. IL SEQUESTRO DEL PICCOLO LUCA CIOFFI

[ad#Juice Banner][ad#Juice Overlay][ad#Cpx Popunder]

NOCERA, 8 GIU.Luca Cioffi e’ stato riportato con un’ambulanza nell’ospedale di Nocera Inferiore, da dove era stato rapito alla madre. Ad accoglierlo una folla festosa, che ha fatto un grandissimo applauso anche alle forze dell’ordine.

‘Stamattina ho avuto la gioia di diventare padre per la seconda volta; ora a mezzanotte e un quarto mi sento se avessi avuto un terzo figlio”. E’ quanto ha detto Fabio Cioffi, il padre del neonato rapito e ritrovato.

Avevamo una traccia precisa e abbiamo seguito una sola pista. La donna fermata ha una sofferenza psicologica e il bimbo e’ stato ritrovato in una casa di Nocera Inferiore in ottime condizioni”. Lo ha dichiarato il questore di Salerno, Vincenzo Roca, arrivato all’ospedale di Nocera inferiore. Secondo quanto riportato dall’Ansa, la donna aveva preso un periodo di congedo di 10 giorni dal suo lavoro al pronto soccorso del Cardarelli. Il bambino e’ stato ritrovato all’interno del suo appartamento al civico 10 di via Arturo Petrosini.

E’ stato un medico dell’ospedale Umberto I di Nocera a fornire alla polizia la pista giusta per arrivare ad Annarita Bonocore. L’uomo, secondo quando si apprende, conosceva la Bonocore e stava uscendo dall’ospedale quando l’ha incrociata, con un neonato in braccio. Al momento non ha fatto caso alla strana coincidenza ma quando e’ stato diffusa l’identikit della ‘falsa’ infermiera che aveva rapito un bimbo, ha riconosciuto immediatamente nell’immagine Annarita Bonocore. A quel punto il medico ha immediatamente avvertito la polizia, che ha mostrato una foto della donna alla madre di Luca, che ha riconosciuto l’infermiera. Venti minuti dopo il ricoscimento e’ scattato il blitz degli uomini della squadra mobile e del Servizio operativo centrale. Nell’appartamento, gli agenti hanno subito immobilizzato la donna e hanno trovato il bambino in un lettino, dove era stato accudito dalla Bonocore.

Redazione

[ad#Cpx 300 x 250] [ad#Cpx 300 x 250]

Leave a Reply

Your email address will not be published.