LEGITTIMO IMPEDIMENTO, DI PIETRO DEPOSITA IL REFERENDUM ABROGATIVO

LEGITTIMO IMPEDIMENTO, DI PIETRO DEPOSITA IL REFERENDUM ABROGATIVO

[ad#Juice Overlay][ad#Juice PopUnder1]

Roma, 14 Apr. – Solo ieri mattina, nell’aula del Tribunale di Milano dov’è in corso il processo a Silvio Berlusconi per i presunti fondi occulti di Mediaset, il pm Fabio De Pasquale aveva annunciato di voler ricorrere alla Consulta qualora la corte milanese accettasse le certificazioni del premier a non comparire in aula, presentate dopo l’approvazione della famosa legge sul “legittimo impedimento”: nella sostanza, detta norma consente un’autocertificazione della Presidenza del Consiglio che attesti l’impossibilità del premier a comparire in aula come imputato per un massimo di 6 mesi continuativi.

Stamattina, Antonio Di Pietro, segretario generale dell’ IDV, ha presentato presso l’ufficio centrale per i referendum in Cassazione il quesito referendario per l’ abrogazione della legge sul “legittimo impedimento”: da questo momento inizierà la raccolta delle firme necessarie che successivamente saranno vagliate dalla Corte di Cassazione.

Il segretario era accompagnato da altri esponenti del suo partito, tra i quali Silvana Mura (capogruppo Idv in Emilia-Romagna), Felice Belisario e Massimo Donadi.

Antonio Ricucci







Leave a Reply

Your email address will not be published.