PROCESSO MEDIASET: I LEGALI DI BERLUSCONI CHIEDONO SUBITO IL LEGITTIMO IMPEDIMENTO

PROCESSO MEDIASET: I LEGALI DI BERLUSCONI CHIEDONO SUBITO IL LEGITTIMO IMPEDIMENTO

ROMA, 9 APR – Non sono passate neppure 24 ore da quando il presidente Giorgio Napolitano ha firmato la legge sul legittimo impedimentoquando i legali di Silvio Berlusconi, Piero Longo e Niccolò Ghedini, si recano alla cancelleria del Tribunale di Milano per usufruire del provvedimento appena entrato in vigore.

Gli avvocati del premier hanno infatti presentato quest’oggi un’istanza di legittimo impedimento relativa all’udienza a cui il premier dovrebbe presenziare lunedì prossimo, nell’ambito del processo sulla compravendita dei diritti tv di Mediaset.

Nel documento si spiega che il presidente del consiglio non potrà prendere parte all’udienza perché impegnato negli Stati Uniti dal 12 al 14 aprile per un vertice sulla sicurezza nucleare. Durante il soggiorno in America, Berlusconi dovrà incontrare diversi capi di Stato tra i quali il presidente brasiliano Lula e il segretario di Stato Hillary Clinton.

La legge sul legittimo impedimento permette di rimandare le udienze processuali per ministri e premier, qualora essi siano a tutti gli effetti impossibilitati da impegni governativi. La norma prevede che il rinvio non possa essere superiore a sei mesi e che il corso della prescrizione rimanga sospeso fino a nuova udienza.

Il provvedimento approvato ieri da Napolitano non è però una legge definitiva: essa rimarrà in vigore finchè non subentrerà una legge costituzionale che disciplini compiutamente la materia. Il ministro della giustizia Angelino Alfano ha assicurato che il percorso per «assicurare il diritto-dovere di governare a chi ha vinto le elezioni» sarà definito in «tempi brevi».

Fabio Tamburrini

Leave a Reply

Your email address will not be published.