ORA LEGALE, ADDIO BUIO: LANCETTE DELL’OROLOGIO AVANTI DI UN’ORA

ORA LEGALE, ADDIO BUIO: LANCETTE DELL’OROLOGIO AVANTI DI UN’ORA

ROMA, 28 MAR – Alle due di stanotte e’ scattata l’ora legale, che resterà in vigore per sette mesi, fino all’ultima settimana di ottobre. Le lancette dell’orologio sono state spostate avanti di un’ora. Termina così il periodo di ora solare, che accompagna i cinque mesi invernali, con l’obiettivo di recuperare un’ora di luce in più a fine giornata.

L’ora legale, secondo Terna, la società che gestisce la rete elettrica, farà risparmiare all’italiani quasi 644 milioni di kwh e l’emissione di 300 mila tonnellate di anidride carbonica nell’aria. In termini di costi, la stima di Terna prevede nei prossimi sette mesi complessivamente un risparmio energetico e soprattutto economico pari a 90 milioni di euro: circa metà del consumo medio domestico annuo di tutto il Friuli Venezia Giulia.

La scoperta dell’ora legale affonda le proprie radici nel lontano Settecento. Il primo a teorizzarla fu Benjamin Franklin ma l’idea non ebbe però grande seguito anche perché, all’epoca, i risparmi economici sarebbero stati relativamente bassi. Oltre un secolo dopo, nel 1907, l’idea venne ripresa dal britannico William Willet, e questa volta trovò seguaci: nel 1916 la Camera dei Comuni di Londra diede il via libera al British Summer Time, che implicava lo spostamento delle lancette un’ora avanti in estate.

In Italia l’ora legale è stata adottata per la prima volta nel 1916 e rimase in vigore fino al 1920. L’adozione definitiva risale al 1966, durante gli anni della dura crisi energetica. Il regime definitivo è entrato in vigore nel 1996 quando si stabilì di prolungarla dall’ultima domenica di marzo all’ultima di ottobre.

Redazione Online

APPRFONDIMENTI  Dove sposarsi in Riviera Romagnola: tre destinazioni da sogno

Leave a Reply

Your email address will not be published.