SANTA SOFIA, LA FRANA AVANZA INESORABILMENTE. AD ALTO RISCHIO LA FRAZIONE DI BERLETA

SANTA SOFIA, LA FRANA AVANZA INESORABILMENTE. AD ALTO RISCHIO LA FRAZIONE DI BERLETA

FORLì, 22 MAR. – Avanza inesorabilmente la frana di Corniolo: da sabato lo smottamento, che nei giorni scorsi ha travolto tre abitazioni e divorato una buona parte Provinciale 4 a circa 12 chilometri dalla Campigna, si è appropriata di altri 10 metri. Per tutta la giornata di ieri i Vigili del Fuoco di Forlì e Civitella, i volontari della Protezione Civile, il personale del Corpo Forestale dello Stato, hanno monitorato con strumentazioni geologiche il movimento franoso, lavorando con l’ausilio tre ruspe e due bobcat.

Sono quasi un centinaio gli alberi rimossi per consentire ai tecnici di Telecom ed Enel di ripristinare le utenze nell’area del Bidente. Il sindaco di Santa Sofia, Flavio Foietta, ha spiegato che continua a ritmo incessante lavoro per salvare l’abitazione della famiglia Nobili, attualmente ospitata all’agriturismo Fangacci. Due anziani coniugi, la cui casa è stata isolata dallo smottamento, sono stati ospitati dai figli.

Il dissesto franoso, ampio circa 500 metri, ha ostruito anche un affluente del fiume Bidente, creando così una sorta di invaso naturale a monte, particolarmente pericoloso per lo sviluppo di un potenziale ventaglio di rotto. Ad alto rischio la frazione di Berleta: l’acqua fermata a monte potrebbe successivamente andare ad ingrossare il fiume con un forza difficilmente contenibile dagli argini naturali del fiume.

Massimiliano Riverso

One Response to "SANTA SOFIA, LA FRANA AVANZA INESORABILMENTE. AD ALTO RISCHIO LA FRAZIONE DI BERLETA"

  1. riosaeba  2010/03/22 at 15:43

    La frana della mia tesi! Sembra in movimento parte del corpo di frana inferiore.Caspita…

Leave a Reply

Your email address will not be published.