BOLOGNA, ESPLODE IL CASO LIBER PARADISUS: MALATTIE E SOFFERENZE TRA I DIPENDENTI

BOLOGNA, ESPLODE IL CASO LIBER PARADISUS: MALATTIE E SOFFERENZE TRA I DIPENDENTI

BOLOGNA, 2 FEB. – È a Liber Paradisus la nuova sede del Comune di Bologna che sembra soffrire la “sindrome dell´edificio malato”. Secondo un’indagine della Medicina del Lavoro svolta dal settore Lavori pubblici del Comune, in particolare da Riccardo Arduini medico per lo stesso Comune, la presenza di sostanze volatili causerebbe cefalea, sonnolenza e nausea.

A discapito di quanto denunciato dai dipendenti, i sensori degli esperti hanno accertato che nessuna sostanza supera il livello di norma. Sembra, però, che all´interno dei locali della nuova sede comunale, progettata da Mario Cucinella, una miscela di sostanze organiche volatili siano presenti nell’aria al punto da indurre malesseri ascrivibili alla “sindrome da sensibilità chimica multipla”.
I controlli sono stati effettuati tra il 13 luglio e il 3 agosto in quattordici uffici, all’ interno dei quali si è accertata la concentrata presenza di formaldeide. Sarebbe proprio il formaldeide a causare la sintomatologia di cefalea, sonnolenza e nausea, oltreché essere un composto altamente nocivo alla salute. Dagli accertamenti risulterebbe che la presenza rilevata del formaldeide è dieci volte più bassa della soglia di attenzione, ma non altrettanto bassa da non causare malesseri.

Si suppone che la formaldeide trovi le sue origini negli arredi in laminato, usati per suddividere gli spazi interni ricavandone uffici, oltreché negli armadi, tra l’altro numerosi, i quali potrebbero essere fonte di questa sostanza utilizzata come collante per il materiale truciolato.

Gli esperti sostengono che le esalazioni di queste sostanze volatili, come la formaldeide, esauriscono i loro effetti mediamente in 4,4 anni, di cui due sono già passati.
La responsabile del settore Lavori pubblici, Raffaela Bruni, rassicura: “L´edificio ha una struttura complessa e presenta punti migliorabili sui quali stiamo lavorando”.

APPRFONDIMENTI  Cos'è il "bricolage dello smog" e perché può salvare Bologna

Rita A. Cirelli

Leave a Reply

Your email address will not be published.