D’ALEMA RISPONDE A TREMONTI ED APRE AL DIALOGO: «IL PAESE HA BISOGNO DELLE RIFORME»

D’ALEMA RISPONDE A TREMONTI ED APRE AL DIALOGO: «IL PAESE HA BISOGNO DELLE RIFORME»

[ad#Google Adsense Banner City]

ROMA, 21 DIC.Massimo D’Alema raccoglie l’invito rivolto ieri da Giulio Tremonti al Pd. «Il momento delle riforme è arrivato. Un impegno costituente comune avrebbe un effetto naturale di pacificazione»: questa è la proposta del ministro dell’economia, che trova accoglienza positiva da parte dell’ex premier.

In un’intervista al Tg2 D’Alema ha raccolto l’invito di Tremonti: «Il Paese – ha dichiarato – ha bisogno di riforme in tanti campi. Ha bisogno di riforme sociali, penso al tema degli ammortizzatori sociali e della protezione per chi non ha lavoro. Ha bisogno di riforme delle istituzioni, riduzione del numero dei parlamentari, un parlamento più forte, più agile. La maggioranza non è in grado di farle e l’opposizione ha il dovere di mettersi in gioco. Come ha detto Bersani non siamo disponibili a fare leggine in favore di Berlusconi, ma siamo pronti a lanciare la sfida del dialogo e delle riforme. Questa è la politica di cui ha bisogno il Paese».

Il portavoce del Pdl Daniele Capezzone apprezza l’ipotesi del dialogo, ma ad una condizione: «Se il Pd è davvero disponibile a lavorare alle riforme deve rompere con Antonio Di Pietro e Repubblica, ovvero gli “autori della campagna di odio contro Silvio Berlusconi».

Positivo anche il parere dell’Udc: Lorenzo Cesa invoca una «vera stagione delle riforme», mentre il Pd chiarisce la propria posizione con uno slogan semplice quanto chiaro: «Sì alle riforme, no alle leggi ad personam». Se il Pdl chiede di tagliare i ponti con l’antiberlusconismo, il Pd è disponibile a collaborare solo a condizione che non vengano riproposte leggi su misura. La strada del dialogo è aperta, ma sin da subito in salita.

Fabio Tamburrini

[ad#Google Adsense Banner]

Leave a Reply

Your email address will not be published.