SAN PIETRO A PATIERNO, GENNARO E CARMINE SACCO FREDDATI DA KILLER A BORDO DI UNA MOTO

SAN PIETRO A PATIERNO, GENNARO E CARMINE SACCO FREDDATI DA KILLER A BORDO DI UNA MOTO


NAPOLI, 25 NOV.
– Agguato a San Pietro a Patierno, quartiere della periferia di Napoli. Nell’agguato sono stati uccisi Gennaro Sacco, 58anni, e il figlio Carmine di 29 anni. Gennaro Sacco era considerato dalle Dia il capozona del clan Sacco-Bocchetti.

Secondo quanto ricostruito dai carabinieri, i due viaggiavano bordo di una moto, guidata da Carmine, 29 anni, quando i killer, alle loro spalle, forse anche loro a bordo di una moto, hanno iniziato a sparare. Hanno colpito alla testa Gennaro Sacco, capo del clan Sacco-Bocchetti. Il figlio Carmine ha tentato la fuga ma, forse già ferito, si è schiantato con la moto contro un muro. Il giovane ha continuato la fuga a piedi ma è stato raggiunto dai killer che lo hanno freddato con una raffica di proiettili.

Il clan Sacco-Bocchetti è attivo principalmente a San Pietro a Patierno; gli affari sono concentrati nel settore della droga.

M.Riv

Leave a Reply

Your email address will not be published.