MORTE BRENDA, MARRAZZO RECITA IL MEA CULPA: “DOPO AVER DISTRUTTO ME, HANNO FATTO MORIRE ANCHE LEI”

MORTE BRENDA, MARRAZZO RECITA IL MEA CULPA: “DOPO AVER DISTRUTTO ME, HANNO FATTO MORIRE ANCHE LEI”

ROMA, 21 NOV. «E’ colpa mia, è colpa mia. Dopo aver distrutto me, hanno fatto morire anche lei. Non è possibile, non è giusto, non doveva andare così. Perdonatemi per il male che ho fatto a tutti quanti. Non volevo. Ho sbagliato, ho commesso tanti errori, ma non doveva finire così…».

Piero Marrazzo, secondo quanto riportato dal Corriere della sera, avrebbe accolto con queste parole la notizia della morte del trans Brenda, chiedendosi inoltre: «Allora è vero che c’è un complotto, è vero che dietro c’è qualcosa di grosso. Dio mio che ho combinato, perdonatemi vi prego. Non volevo coinvolgere la mia famiglia, non volevo far soffrire nessuno.

L’ex governatore del Lazio, rifugiato nell’abbazia di Montecassino, si sarebbe rammaricato di quanto successo, attribuendosi parte della responsabilità : «Se non ci fosse stato tutto questo clamore intorno a me, se non fosse venuta fuori questa vicenda, se non avessi coinvolto tutte queste persone in questa storia, forse Brenda sarebbe ancora viva. Perchè prendersela con Brenda? Perchè deve soffrire così tanta gente?». Marrazzo avrebbe anche mostrato la voglia di abbandonare l’abbazia: «Come faccio a stare tranquillo – si sarebbe chiesto – con tutto quello che sta succedendo? Come posso stare qui? Devo tornare a casa, devo stare vicino alla mia famiglia, devo proteggerla. Senza volerlo li ho comunque coinvolti in tutto questo, devo fare qualcosa».

Redazione

Leave a Reply

Your email address will not be published.