CASO BATTISTI, DAL BRASILE VIA LIBERA ALL’ESTRADIZIONE MA È STATA BATTAGLIA

CASO BATTISTI, DAL BRASILE VIA LIBERA ALL’ESTRADIZIONE MA È STATA BATTAGLIA

Il tribunale supremo federale brasiliano ha votato, con 5 voti favorevoli e quattro contrari, in favore dell’estradizione in Italia dell’ex terrorista dei Pac. Il verdetto è definitivo

BRASILIA, 19 NOV. – Con 5 voti favorevoli e quattro contrari, il tribunale supremo federale brasiliano ha votato in favore dell’estradizione in Italia dell’ex terrorista dei Pac, Cesare Battisti, condannato in contumacia in Italia all’ergastolo per quattro diversi omicidi.

I giudici hanno stabilito che i reati per cui Battisti è stato condannato non sono di natura politica e che quindi non sia legittima la concessione dello status di rifugiato politico che lo scorso gennaio il ministro della giustizia Tarso Genro assicurò a Battisti.

Determinante, il voto favorevole del Presidente del Tribunale, Gilmar Mendes. “Ho votato in favore dell’estradizione. Nessuno può attribuire a questi crimini di sangue commessi in forma premeditata il medesimo carattere di un reato politico”, ha dichiarato Mendes, prima di sospendere la sessione per un breve intervallo.

[ad#Google Adsense 234 x 60 Right]

Leave a Reply

Your email address will not be published.