OMICIDIO PROSTITUTA IN VIA MARCO LEPIDO, DUE SOLE IPOTESI: RAPTUS OMICIDA CLIENTE O REGOLAMENTO DEI CONTI

OMICIDIO PROSTITUTA IN VIA MARCO LEPIDO, DUE SOLE IPOTESI: RAPTUS OMICIDA CLIENTE O REGOLAMENTO DEI CONTI

BOLOGNA, 15 NOV. – Una prostituta rumena di 22 anni è stata uccisa a coltellate a Bologna la notte scorsa. A raccoglierla in via delle Serre, alla periferia Ovest di Bologna, una ambulanza del 118. La donna aveva numerose coltellate all’addome ed alla schiena ed è morta durante il trasporto all’ospedale Maggiore. Ad avvertire il 118, per mandare una ambulanza sul posto, ma anche la polizia, è stato un amico della vittima, un bolognese di 60 anni che stava dormendo. Era stato chiamato al telefono dalla donna attorno alle 5.

La donna quando è stata raccolta dall’ambulanza si trovava ad alcune centinaia di metri dal luogo dove si prostituiva abitualmente, lungo via Marco Emilio Lepido a poca distanza dall’imbocco dell’autostrada per Milano e dalla statale per Modena. La donna stava perdendo molto sangue per i numerosi colpi subiti. Nonostante il rapido intervento dell’ambulanza è morta durante il tragitto.

LA RICOSTRUZIONE – La prostituta gli aveva gridato «aiuto, aiuto, sto male». La ragazza al momento dell’aggressione era vestita decentemente ed aveva con sè i documenti, gli oggetti personali ed il portafoglio. Quindi al momento le indagini della Squadra Mobile, coordinata dal Pm Giuseppe Di Giorgio, escludono un delitto a scopo di rapina.

A complicare le indagini c’è l’aggravante dell’assenza di testimoni oculari. La prostituta, di cui al momento non state fornite le generalità perché la polizia sta avvertendo i parenti, era conosciuta alla questura come prostituta, era stata più volte controllata ed aveva i documenti in regola.

Il magistrato di turno, che ha disposto l’autopsia, sta interrogando in queste ore l’amico che ha dato l’allarme. Da lui, una persona di cui evidentemente la donna si fidava, possono forse venire particolari utili a ricostruire la vita e le conoscenze della prostituta. L’uomo, a quanto la polizia ha accertato al momento, era effettivamente in casa quando ha ricevuto la telefonata e quindi si esclude che sia coinvolto nell’aggressione. Il delitto quindi potrebbe essere nato per il raptus omicida di un cliente o essere maturato negli ambienti del controllo della prostituzione fra gli extracomunitari.

Massimiliano Riverso

Leave a Reply

Your email address will not be published.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.