DIANA BLEFARI, LA CONDANNA ALL’ERGASTOLO POI IL SUICIDIO IN CELLA. LA PHOTOSTORY

DIANA BLEFARI, LA CONDANNA ALL’ERGASTOLO POI IL SUICIDIO IN CELLA. LA PHOTOSTORY

ROMA, 1 NOV. – Poche ore dopo la notifica dell’ergastolo, attorno alle 22.30, utilizzando lenzuola tagliate e annodate, Diana Blefari Melazzi si è tolta la vita. Ad accorgersi quasi subito dell’estremo gesto sono stati gli agenti di polizia penitenziaria: nonostante l’immediato intervento, il cuore della neobrigatista ha cessato di battere. La Procura di Roma ha aperto un’inchiesta per chiarire le cause del suicidio e ha disposto l’autopsia.

L’indagine per ora è priva di indagati, ma potrebbe essere riesaminato l’intero percorso giudiziario della Blefari in considerazione della sua presunta patologia psichica, come emerso in questi anni dalle numerose richieste di consulenze.

Redazione

Leave a Reply

Your email address will not be published.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.