Katie Holmes torturata nella casa degli orrori da Tom Cruise

Copertina estrema per il National Enquirer, dedicata al divorzio di Tom Cruise e Katie Holmes, e la casa degli orrori. L'attore minaccia causa

NEW YORK, 15 LUGLIO – Dentro la casa degli orrori, è il titolo dell’ultimo numero del National Enquirer, tabloid inglese, piuttosto estremo. L’articolo di copertina è dedicato al divorzio di Tom Cruise da Katie Holmes, in cui si racconta che l’attore è un “mostro” che ha abusato della moglie e costretto la figlia Suri a dormire in una stanzetta senza finestra, per cinque mesi.

In una lettera di risposta scritta dal legale di Cruise, Bert Fields, e pubblicata sull’Hollywood Reporter, in cui l’avvocato definisce “vergognosa” la storia riportata dal giornale, “che causerà danni all’immagine personale e professionale dell’attore per centinaia di milioni di dollari”.

“Il signor Cruise non è certo un mostro, è un padre premuroso, un attore che lavora sodo e, soprattutto un uomo onesto e dignitoso. La sua casa a Telluride, così come quella a Beverly Hills, è accogliente e amorevole”, prosegue il legale, e ci tiene a specificare che Suri non è stata costretta a dormire in una camera senza finestre. Dormiva in una nursery accanto alla stanza di Tom e Katie. E aveva una finestra”.

Intanto l’avvocato di Tom Cruise ha inviato una lettera al tabloid minacciando una causa multimilionaria come risarcimento per i danni all’immagine del suo cliente.

L’ultima copertina che ha creato scalpore del magazine era quella che mostrava Whitney Houston nella bara il giorno del suo funerale.

Notizie del genere vanno ben oltre il diritto di cronaca.

Flavia Pugliese

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>