MORGAN: “MI FACCIO DI COCA TUTTI I GIORNI”

MORGAN: “MI FACCIO DI COCA TUTTI I GIORNI”

[ad#Banner 468 x 60 Sud]

MILANO, 2 FEB. – Una vera e propria bomba quella lanciata dal numero di “Max”, in edicola dal 4 febbraio. L’intervista a Morgan è una di quelle shock: “Mi faccio di coca tutti i giorni”, ha dichiarato il cantautore nel corso dell’intervista.

Morgan parla del suo probabile benservito a X-Factor: “ll fatto che me ne vada da X-Factor alla fine toglierà un peso di dosso a tutti. Torno solo se accetteranno la mia richiesta: voglio essere sia giudice che direttore artistico. Ma credo che sia una proposta a perdere. Io sono un artista, e quindi ingestibile. Loro non vogliono artisti. Sono gente di potere”. Sulla televisione, aggiunge: “La tv è fatta da gente cattiva, tipo la De Filippi. Cattiveria intesa come sete di potere, di numeri, di soldi e pubblicità. Un capitalismo sfrenato che ha perso di vista qualsiasi senso dell’esistere. Ha fatto cose cattive anche contro di me, lo sai? Ora che Berlusconi ha infarcito la Rai di scagnozzi, la De Filippi comanda pure lì”.

“La droga apre i sensi a chi li ha già sviluppati e li chiude agli altri” ha affermato Morgan. “Io non uso la cocaina per lo sballo, a me lo sballo non interessa. Lo uso come antidepressivo. Gli psichiatri mi hanno sempre prescritto medicine potenti, che mi facevano star male. Avercene invece di antidepressivi come la cocaina. Fa bene. E Freud la prescriveva. Io la fumo in basi (ovvero il crack, ndr) perchè non ho voglia di tirare su l’intonaco dalle narici. Me ne faccio di meno, ma almeno è pura”. Aggiunge: “Io non ho mai conosciuto nessuno che ci sta dentro come me a farsi le basi. Ti sembro uno schizzato?”, chiede all’intervistatore, che risponde: “No, ma adesso non credo che tu sia fatto di crack”. “Invece sì” è la risposta del cantante, “completamente. Ne faccio un uso quotidiano e regolare”.

L’articolo tocca poi l’argomento del suicidio di suo padre: “Lasciamolo in pace… Mi dispiace tanto, poverino… è stata la depressione, problemi di soldi. Sicuramente la depressione è nata quel giorno. E anche la mia follia”. In conclusione, una delle sue battute criptiche: “Sai cosa mi salva veramente? Mangio un sacco di frutta…”.

Valerio Assalve

Leave a Reply

Your email address will not be published.