BERLUSCONI INCONTRA VERONICA LARIO: IL FACCIA A FACCIA INFUOCATO

BERLUSCONI INCONTRA VERONICA LARIO: IL FACCIA A FACCIA INFUOCATO

E’ durato minuti, il tempo di un formale scambio di convenevoli, il tete-a-tete fra Berlusconi e Veronica Lario, ancora sua moglie.

MILANO 01 FEB. – 20 minuti con lo sguardo negli occhi davanti al giudica, cinque ore per trovare un compromesso tra gli avvocati delle parti; basta questo per capire che fra Silvio Berlusconi e Veronica Lario di incerto c’è solo il finale. I due sono stati convocati in Prefettura per l’udienza di conciliazione, davanti al giudice Gloria Servetti, a capo della nona sezione civile del Tribunale di Milano.

Il collegio difensivo di Berlusconi, composta da 4 legali di fiducia e l’avvocato di lei, dopo il faccia a faccia tra i due coniugi sono rimasti altre sette ore per eviscerare i vari aspetti della vicenda giudiziale, quella separazione con addebito chiesta da Veronica Lario a suo marito; dal canto loro, gli avvocati di Berlusconi hanno avanzato dubbi circa la condotta morale della consorte del premier.

Il nocciolo della questione, si capisce bene, è di tipo economico: la signora Lario ha chiesto al marito, attraverso la sua legale Maria Cristina Morelli, 43 milioni di euro l’anno, ovvero un pò più di tre milioni e mezzo al mese, come assegno di mantenimento; la controfferta della difesa di Berlusconi non supera i 200mila euro mensili. Ecco spuntare, quindi, un “memoriale” difensivo di Berlusconi, nel quale si ricostruisce con dovizia di particolari, il patrimonio immobiliare della signora Lario, a dire degli avvocati, interamente o quasi costituito da regalie da parte del marito.

Ma in realtà, il vero nodo gordiano da sciogliere, è il mantenimento ai figli, divisi tra quelli di primo letto di Berlusconi (Marina e Piersilvio) e quelli avuti con Veronica, Barbara, Eleonora e Luigi, ai quali il Cavaliere, già negli anni scorsi ha girato il 7,5 % di quote Fininvest.

La prossima udienza si terrà a marzo, ma sin d’ora una cosa è chiara: se non si trova un accordo, la signora Lario dovrà andar via dalla residenza di Macherio.

Antonio Ricucci

Leave a Reply

Your email address will not be published.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.