MainOFF, il festival della musica elettronica sbarca a Bologna

MainOFF, il festival della musica elettronica sbarca a Bologna

BOLOGNA, 26 OTTOBRE – La nona edizione di MainOFF approda per la prima volta a Bologna. Partito dagli spazi  riaperti del Teatro Garibaldi di Palermo , dopo aver attraversato Roma (Nuovo Cinema Palazzo e lo storico ESC) il 18 ottobre, il congresso nazionale delle musiche e delle arti elettroniche indipendenti si chiude sabato 27 ottobre al TPO, con un parterre di musicisti elettronici provenienti dalle tre città (Roma, Palermo e Bologna).

L’evento di chiusura del festival, organizzato da Concrete Bologna Elettroacustica, vedrà esibirsi sul mainstage del TPO a partire dalle 22.00:

Mario Guida (Bologna_Concrete Bologna Elettroacustica) con un live electronics basato sull’improvvisazione e sulla elaborazione/manipolazione casuale e in tempo reale di strutture melodiche/rumorose e pulsazioni ritmiche minimali;

GRIDSHAPE (Roma_Nephogram), un progetto di Franz Rosati (elettronica e chitarra preparata) e Francesco Saguto (chitarra classica, preparata e distorta);

go-dratta (Palermo_Brusio), con un live electronics che si fonda sull’elemento base delle tastiere elettroniche, elaborate con dispositivi hardware e software (computer, sintetizzatori, controller midi …);

Oreinoi + GS (Palermo_Brusio), un lavoro che frammenta le ritmiche techno, D’n’B, IDM e le ricompone con un approccio sperimentale, poggiato su tappeti musicali morbidi. I visual propongono il tema dell’immagine e dell’identità che si sdoppia e si moltiplica mediante l’utilizzo ludico della virtualità digitale.

Paper Plus Knife (Bologna_AliveLab), duo  con strumentazione elettronica varia (drum machine, sintetizzatore, laptop…). Un progetto di clubbing sperimentale aperto a tutte le possibili estensioni sensoriali.

Dopo le performance live, la serata continua con il dj set a cura di Homework (Micamat&Shapka).

MainOFF nasce da un’idea dell’etichetta Brusio Netlabel (Palermo), sviluppata e prodotta in collaborazione con Nephogram (Roma), Concrete Bologna Elettroacustica (Bologna) e Jonic Noise  (Catania) per creare un percorso estetico-musicale basato sulla contaminazione, il networking e la disseminazione delle arti e delle musiche elettroniche non convenzionali e sperimentali.

Leave a Reply

Your email address will not be published.