Il Coronavirus danneggia anche il sistema nervoso? Sempre più novità sul nuovo Sars-Cov-2: secondo uno studio risulterebbe coinvolto anche il sistema nervoso

Sul Coronavirus emergono sempre novità, strano a dirsi ma vero. Il virus del momento, che ha rivoluzionato le vite di tutti, non smette di stupire. Non è vero che non contagia i bambini, così come non è vero che non passa attraverso la placenta. Così come è vero che può colpire qualunque organo, dal cuore al sistema neurologico e respiratorio.

Molti dei sintomi rintracciati in questi mesi appartengono tutti al sistema neurologico: riduzione del gusto, olfatto, alterazione dello stato di coscienza, cefalea e via dicendo.

Coronavirus, un nuovo studio: “Ha effetti sul sistema nervoso!”

Ora, per non farsi mancare nulla, spunta un altro studio: “Nervous System: a subclinical target of Sars-CoV-2 infection“. Questo è stato condotto dal dipartimento di Neuroscienze, biomedica, movimento dell’Università di Verona. Ha contribuito in parte la Fondazione Cariverona, che ha messo in luce come il sistema nervoso sia frequentemente coinvolto nei dati clinici dei pazienti affetti da Covid-19.

Sono stati studiati i dati clinici e neurologici di 123 pazienti affetti da Coronavirus, confrontati con i livelli di neurofilamenti a catena leggera. I risultati ottenuti hanno permesso di osservare che i sintomi neurologici in corso col Covid-19, siano molto frequenti nella patologia. Livelli elevati di neurofilamenti a catena leggera sono risultati statisticamente correlati alla gravità delle condizioni generali, mentre non sono risultati strettamente associati alla presenza di sintomi neurologici non specifici.

Dalla società di Neurologia, all’indomani dello studio, invitano alla cautela poiché la possibilità di un interessamento diretto del virus nel cervello è alquanto remota. Non significa cioè che il sistema nervoso non possa essere coinvolto, ma si può affermare con chiarezza che questa evenienza è tutt’altro che frequente.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.