Emergenza mascherine: quanto sarà la produzione di un’azienda bolognese?

I funzionari dell’Agenzia delle Dogane e Monopoli (ADM) di Bologna, in linea con le disposizioni vigenti e presenti anche militari dell’Arma dei Carabinieri, hanno
tempestivamente effettuato tutte le operazioni doganali relative a una fornitura di 250.000 mascherine provenienti dalla Cina, che sono perciò immediatamente entrate nel circuito dell’approvvigionamento dei dispositivi di sicurezza della Regione Emilia Romagna e di altre regioni italiane.

La merce è pervenuta presso un’azienda bolognese, nota produttrice di abbigliamento sportivo, e rappresenta la prima spedizione in arrivo dalla Cina dopo che la stessa ditta ha parzialmente riconvertito la propria produzione per venire incontro alle nuove e più impellenti necessità conseguenti all’emergenza Covid-19.

Tramite sei aziende cinesi e asiatiche, che già producevano dispositivi di sicurezza, ha pertanto ritenuto di fare qualcosa di utile nell’immediato, in attesa di poter ripartire dopo questa emergenza.

Entro la fine del prossimo mese di maggio è infatti prevista la produzione, e quindi l’arrivo dall’Oriente a Bologna, di 40 milioni di mascherine, che grazie al costante e pronto intervento della Dogana, saranno immediatamente poste nella disponibilità per la successiva distribuzione a tutela della collettività.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.