Bologna FC, Dall’Ara fortino. La Lazio smette di volare.

Bologna FC, Dall’Ara fortino. La Lazio smette di volare.

BOLOGNA, 25 GENNAIO – Chiunque, leggendo che sarebbe arrivata al Dall’Ara la Lazio seconda in classifica, avrebbe messo una firma per un pari tranquillo, o al massimo stiracchiato, l’importante era non perdere. Tutti, tranne il Bologna.

La regola fissa ed indiscutibile di questo campionato rossoblu è che qualunque squadra venga a Bologna non esce dallo stadio con la pancia piena. È toccato alla Juve, all’Inter, all’Udinese, alla Fiorentina e da ieri anche ad una Lazio che, dopo il gol di Floccari dopo appena 4 minuti, pensava di aver già mandato in archivio la propria domenica. Invece Ramirez prima e capitan Di Vaio (doppietta) poi, hanno ricordato ai ragazzi di Reja che una partita dura 90 minuti e che non andavano in casa della reale 15° in classifica, ma della 10° causa penalizzazione. In più per la Lazio sembra esserci una specie di maledizione post-derby che per ora non ha mai risparmiato dalla sconfitta i biancocelesti subito dopo aver perso la stracittadina.

[ad#Juice PopUnder2][ad#Juice Overlay][ad#Cpx Popunder][ad#Juice 250 x 250]

Del Bologna poco da dire. Se in casa ha vinto solo il Milan un motivo ci sarà. Questa squadra si sta costruendo una salvezza tranquilla proprio fra le mura amiche, dove negli anni precedenti il primo che passava vinceva. Con la situazione societaria che aveva finalmente trovato stabilità qualche tifoso ottimista si era anche lasciato uscire di bocca la parola “Europa” prima di veder arrivare il meno 3 e Zanetti fare le valige insieme a Baraldi causa attacco d’ira fulminante nei confronti di una stampa cittadina che, a suo dire, odiando Baraldi ha odiato pure lui. Ma come si dice “morto un papa se ne fa un altro” e allora ecco Pavignani, socio e presidente momentaneo in attesa che nel CDA di oggi, il primo di Bologna 2010, venga eletto il nuovo presidente. Da registrare, oltre all’aumento di capitale, anche il ritorno del presidente delle “due promozioni dirette” Gazzoni che ha annunciato l’acquisto di una quota del club rossoblu.

Il lupo perde il pelo (e anche qualche soldo) ma non il vizio.

PAGELLE

  • Bologna: Viviano 7, Portanova  6, Britos 6, Moras 6,5, Rubin 5,5, Mudingayi 7,5, Perez 6,5, Della Rocca 7, Ekdal 6,5, Ramirez 7, Di Vaio 8, Casarini 6, Meggiorini SV, Mutarelli SV, Malesani 7.
  • Lazio: Muslera 6, Scaloni 6, Biava 5, Dias 4, Radu 5,5, Brocchi 5,5, Ledesma 6, Mauri 5,5, Hernanes 6, Floccari 6,5, Sculli 5,5, Zarate 4, Kozak 5,5, Gonzales 5, Reja 6.

Leonardo Millarte

Leave a Reply

Your email address will not be published.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.