Bologna FC a Napoli per la Coppa Italia. Missione impossibile

Bologna FC a Napoli per la Coppa Italia. Missione impossibile

BOLOGNA, 18 GENNAIO – Oggi, ore 21, al San Paolo il Bologna affronterà il Napoli in un ottavo di Coppa Italia quanto mai proibitivo per gli uomini di Malesani, sia per il turno di riposo concesso a quasi tutti i titolari, sia perché il Napoli, anche se si dovesse privare di qualche giocatore, dispone di una rosa ampia e competitiva. Insomma, per i rossoblu domani sembrano non esserci molte speranze, senza contare il fatto che, se si dovesse vincere, il prossimo avversario sarebbe l’Inter detentrice del trofeo.

Ma allora perché un tifoso dovrebbe guardare la partita se le possibilità di vittoria sono così poche? Per prima cosa la fede, ed i tifosi del Bologna hanno dimostrato di averne tanta seguendo la squadra in ogni angolo della nazione e non cessando mai di sostenerla, per seconda perché non si può mai sapere che domani non ci scappi la vittoria,  terzo perché finalmente si vedranno in campo tutti quei giocatori che in estate Longo avevo portato a Casteldebole e dei quali, sui campi di serie A, non si è ancora vista traccia o solo per pochi minuti.

[ad#Juice 300 x 250][ad#Juice PopUnder2][ad#Juice Overlay][ad#Cpx Popunder]

Fra tutti Gavilan, questa giovanissima promessa del calcio iberico acquistata dal direttore sportivo del Bologna per neanche un milione di euro, battendo la concorrenza di altre società europee interessate. Si vedrà di che pasta è fatto. Altri come Gimenez, Siligardi, Ramirez e Krhin potranno giocare senza gli sguardi dei senatori seduti in panchina sempre addosso, certo non poca cosa.

Tutti sperano che insieme questi giovanissimi possano creare quel mix vincente capace di far capitolare i partenopei fra le mura amiche. Almeno ne sapremo di più su questi “oggetti misteriosi” che non solo si giocano la coppa, ma anche un posto in prima squadra per gli scontri futuri in campionato. Questo non sposterà di certo gli obiettivi rossoblu in sede di calciomercato, la punta chiesta da Malesani, anche se Gavilan si dovesse rivelare un Maradona in erba, dovrebbero arrivare. Però, se una spintarella a far meglio dovesse arrivare proprio dalle fila amiche invece che dal portafoglio, il presidente Zanetti certo non avrebbe di che lamentarsi. Oggi Malesani in conferenza stampa ha detto “Vincere aiuta a vincere”: mai parole furono più azzeccate per la sfida di domani.

Leonardo Millarte

Leave a Reply

Your email address will not be published.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.