Bologna, Università fa rima con legalità

Bologna, Università fa rima con legalità

BOLOGNA, 21 GIUGNO – Contratti di locazione regolari obbligatori per tutti gli studenti Alma Mater Studiorum. Un’idea a dir poco rivoluzionaria quella presentata ieri alla sede centrale del Comune di Bologna dal Consiglio del quartiere Navile. Dopo una lunga e tortuosa ratifica, la proposta è stata depositata a più organi amministrativi comunali.

L’iniziativa, volta ad azzerare il problema degli affitti in nero, prevede la tassativa attestazione di un contratto regolare d’affitto da parte di tutti gli studenti iscritti o prossimi all’iscrizione all’ Università Alma Mater Studiorum di Bologna.

La proposta non ha ricevuto il responso desiderato in quanto l’assessore per i Rapporti con l’ Università Alberto Ronchi ha respinto l’iniziativa esposta nell’ordine del giorno. Le parole di Ronchi si rifanno al diritto di accesso allo studio e, nonostante le buone intenzioni del CqN, non è possibile rendere l’istruzione una problematica amministrativa. Ribadisce Ronchi stesso che bisogna vedere gli studenti come “fonte di ricchezza” della città che, evidentemente, deve essere incrementata e non limitata.

A supportare la figura dell’assessore c’era ieri anche il prorettore Roberto Nicoletti, il quale, all’unanimità con gli altri funzionari presenti, ha cercato di focalizzare il problema dei subaffitti e delle speculazioni sui contratti. Il prorettore ha ricordato le misure e i servizi forniti dall’Ateneo ( sportello Almawelcome, bacheca universitaria… ) per evitare che evidenti truffe allo Stato continuino ad espandersi, ma ha affermato con chiarezza che “ non bisogna far ricadere la colpa solamente sugli studenti”.

É chiaro, in tutto ciò, che il ruolo degli studenti sia puramente strumentalizzato, da un lato da una città che non può permettersi ulteriori perdite di iscritti annui ai prossimi anni accademici, dall’altro dai Landlords bolognesi che non rinunciano mai alla tradizione troppo italiana di non pagare le tasse.

Per il momento quelli del Navile torneranno al loro quartiere dopo una sconfitta su tutti i fronti.

Kevin Parrino

Leave a Reply

Your email address will not be published.