“Federalismo fiscale interrotto dal Governo Monti”: l’accusa di Manes Bernardini

“Federalismo fiscale interrotto dal Governo Monti”: l’accusa di Manes Bernardini

BOLOGNA, 28 FEBBRAIO – “Il processo di attuazione del federalismo fiscale è stato, di fatto, interrotto dal Governo Monti”. E’ questa l’accusa lanciata da Manes Bernardini (Lega nord) in un question time rivolto alla Giunta regionale, in cui il consigliere ha evidenziato le “gravi sofferenze” degli enti locali, sia dal punto di vista finanziario, che da quello della liquidità per fare fronte ai servizi in una situazione che si è particolarmente aggravata nelle ultime settimane a causa delle eccezionali cattive condizioni climatiche e dei conseguenti costi straordinari non previsti. Bernardini, a questo proposito, ha evidenziato la situazione di incertezza in cui versano i Comuni di fronte alla necessità di coprire in bilancio questi costi extra, tanto da ipotizzare addirittura, come avvenuto a Bologna, un aumento dell’IMU per attività produttive.

L’esponente della Lega ha chiesto quindi alla Giunta se intenda rappresentare in sede di Conferenza Stato-Regioni l’urgenza di attuare riforme della finanza pubblica in ottica federalista e non centralista e ha domandato se la Giunta consideri opportuno promuovere, nella stessa sede, la richiesta al Governo di rivedere le norme fiscali in materia di IMU, affinchè la quota dell’imposta spettante allo Stato rimanga, per l’esercizio finanziario 2012, a disposizione dei Comuni interessati per fronteggiare i costi e i danni causati dalle recenti nevicate. Bernardini ha infine domandato se la Giunta, di concerto con le altre Regioni, intenda impugnare nelle sedi opportune il provvedimento governativo che reintroduce la Tesoreria unica.

CS

Leave a Reply

Your email address will not be published.