People Mover, potenziale danno all’erario comunale di Bologna

People Mover Bologna

BOLOGNA, 10 NOVEMBRE – Galeazzo Bignami, del gruppo “Popolo della Libertà“, ha presentato un’interrogazione alla Giunta a proposito delle procedure fin qui seguite dal Comune di Bologna in merito alla realizzazione in project financing di un sistema di trasporto automatico denominato People Mover.

Il consigliere ricorda che l’opera dovrebbe essere realizzata in autofinanziamento da parte del concessionario, che rientrerebbe dei costi sostenuti mediante i proventi ricavati dalla successiva gestione. Aggiunge che è stato previsto un contributo della Regione di 25.000.000, e uno di Società Aeroporto di 2.700.000 mentre il Comune di Bologna – “senza nulla avere stanziato, né in sede di approvazione del bilancio annuale né in sede di approvazione del bilancio triennale, né in altra partita contabile – si è impegnato a fornire un contributo variabile per ogni anno di esercizio a seconda dei risultati di gestione, ammontante al massimo ad 1.500.000/anno”.

[ad#Google Adsense][ad#HTML-1]

L’interrogazione punta a sapere se sia stata data corretta ed effettiva attuazione alle norme previste dal Decreto legislativo 267/2000 e se le operazioni contabili “siano idonee a cagionare danni all’erario comunale”; Bignami avanza il dubbio che “siano state eluse nella fattispecie le norme in materia di affidamento delle opere pubbliche”. Chiede pertanto alla Giunta di accertare se a carico degli uffici comunali e dell’Assessorato competente, nonché dei dirigenti di ATC, siano riscontrabili responsabilità e inadempienze nei confronti dell’erario comunale (sia alla data odierna che all’esito della gara in corso di esperimento e della stipulazione del relativo contratto).

Redazione

 

Leave a Reply

Your email address will not be published.