Primarie Pd: possibile secondo turno con ballottaggio

Primarie Pd: possibile secondo turno con ballottaggio

[ad#Juice 160 x 600][ad#Juice PopUnder2][ad#Juice Overlay][ad#Cpx Popunder]

BOLOGNA, 18 NOV. – Essendoci occupati dal 1998 di Primarie a Bologna (compreso aver collaborato la proposta presentata alla città e ai partiti dall’Istituto De Gasperi in primavera 2010) ed in Italia ci permettiamo di dare alla Coalizione di Centro-Sinistra Bolognese il seguente suggerimento (intendo di colmare una “dimenticanza” iniziale): in caso in cui nessun candidato/a Sindaco nelle Primarie aperte del Centro-Sinistra dovesse raggiungere il 40% dei voti validi (che sarebbe una forte maggioranza relativa) si convocherebbe un secondo turno di primarie al quale parteciperebbero i due candidati più votati al primo turno.

Le Primarie hanno il compito di dibattere pubblicamente delle idee e dei progetti (in questo caso per Bologna), scegliendo un candidato che dia gambe a tutto questo. E’ naturale che in presenza di più candidati (e questo è un bene) il primo che arriva potrebbe avere un consenso molto inferiore al 40% (e questo non darebbe forza politica e autorevolezza al primo arrivato).

A Bologna tutti i candidati (o candidanti) che raccolgono le firme necessarie, nel rispetto degli Statuti di partito e del regolamento delle Primarie, sono legittimati e giustamente possono ambire a diventare il candidato di tutto il Centro-Sinistra. Pertanto si chiede al PD e a tutta la coalizione di integrare il regolamento delle Primarie prevedendo un secondo (eventuale) turno.

Associazione per le Primarie di Bologna
Comunicato Stampa

Leave a Reply

Your email address will not be published.