MINIATURA DELLE DUE TORRI IN OMAGGIO A D’ALEMA: “LA PROSSIMA VOLTA QUALCUNO POTREBBE TIRARVELE”

MINIATURA DELLE DUE TORRI IN OMAGGIO A D’ALEMA: “LA PROSSIMA VOLTA QUALCUNO POTREBBE TIRARVELE”

Venerdì sera Massimo D’Alema, in visita a Bologna, ha ricevuto un provocatorio “souvenir” da parte dei grillini.


BOLOGNA, 31 GENN.
– Piero Ignazi, professore ordinario della facoltà di Scienze Politiche di Bologna, ha presentato venerdì sera il suo nuovo libro “La fattoria degli italiani. I rischi della seduzione populista”, edito da Rizzoli, presso la libreria Ambasciatori di Via degli Orefici. Al suo fianco sono intervenuti Alberto Orioli, Vicedirettore Sole 24 Ore, e Massimo D’Alema, che si sono affrontati su un tema quantomai scottante, soprattutto oggi, sotto le Due Torri: “ Quando si chiede agli italiani cosa pensano della politica, ormai la reazione più moderata è il disgusto, più spesso l’anatema. E non sono solo i cittadini a fuggire dalla politica: anche svariati politici la disertano”.

Alla fine dell’incontro l’ex premier è stato raggiunto da un gruppo di “amici di Beppe Grillo” che gli hanno portato in dono una statuetta delle Due Torri: “A Milano hanno tirato un modellino del Duomo a Berlusconi – gli ha spiegato ironicamente Giulia, una delle attiviste – qui siamo a Bologna, noi non vogliamo tirarle niente, ma le regaliamo le Due Torri, perché la prossima volta qualcuno potrebbe tirarvele”. I giovani del Movimento a 5 stelle hanno rivolto in particolare una forte critica riguardo l’assenza dell’opposizione in occasione dell’approvazione dello scudo fiscale. “Leggi come lo scudo fiscale non debbono più passare in parlamento. Vi chiediamo una vera opposizione”, lo hanno incalzato. “Noi facciamo vera opposizione – ha risposto D’Alema – per non far passare le leggi bisogna vincere le elezioni”.
Intanto, però, come si dice? Uomo avvisato…

Giuliana Sias

Leave a Reply

Your email address will not be published.